Comunione ai divorziati, unioni di fatto, coppie omossessuali: avanti con prudenza

 

CLICCA QUI PER SFOGLIARE L’EBOOK 

Nei giorni caldissimi del dibattito parlamentare sulle unioni civili e la stepchild adoption, la nostra Fondazione ha seguito con attenzione le proposte e le polemiche, attraverso interventi sul Blog e un ampio spazio all’interno della rivista, “L’articolo1”. Questa “Esortazione Apostolica Postsinodale” elaborata da Papa Francesco dopo una valutazione degli elementi emersi da due Sinodi dedicati alla famiglia, rappresenta, in chiave religiosa, una sorta di continuazione di quel confronto laico: da un lato le norme della fede, dall’altra quelle dello Stato. La Chiesa, si sa, ha tempi più lenti di quelli di una istituzione repubblicana; modella la sua vita sui ritmi dell’eternità e, pertanto, può muoversi a una velocità più contenuta dovendo, al contempo, avere un atteggiamento ecumenico, capace di accordare popoli e continenti diversi (non è un mistero che il clero africano abbia nei due Sinodi svolto un ruolo frenante); il nostro orizzonte è mortale, quello cattolico inevitabilmente immortale.